Il Flamenco a Milano è il Mosaico Danza. Corsi, Lezioni, Seminari di Flamenco, Palos Flamenchi, Musica dal Vivo
mosaicoflamenco - il portale italiano del flamenco

Eduardo Serrano Iglesias, El Güito


El Güito è una delle figure più significative del baile flamenco del XX secolo.
Nasce a Madrid nel 1942. Inizia a ballare all’accademia di Antonio Marín Delgado e studia con la Quica, con il soprannome di El Negüito.
Gitanello del barrio-quartiere- del Rastro di Madrid, figlio di una venditrice di biglietti della lotteria, a soli 5 anni vince un concorso per bambini al teatro Madrid. Il chitarrista Pepe Motos, che lo accompagnava, racconta che Güito era tanto minuto e piccolo che il pubblico all’inizio neppure lo aveva visto sul palco.
Debutta da professionista a 15 anni nel Ballet di Pilar López, con la quale lavora fino al 1959, anno in cui vince a Parigi il premio Sarah Bernard.
Dal 1972 al 1975 fa parte del famoso e indimenticabile Trío Madrid con Mario Maya e la moglie Carmen Mora.
Fa parecchie tournée come artista invitato con il Ballet Nacional de España, con la Compagnia di Manuela Vargas, e con il Ballet Español de Madrid.
Balla nelle edizioni del 1984 e del 1985 della Cumbre Flamenca de Madrid e realizza una grande tournée mondiale in Europa e USA con Enrique Morente, Familia Montoya e Serranito.
”Flamenco Puro” del 1989 è uno dei maggiori spettacoli di quell’epoca, nel quale l’artista si esibisce a fianco di Farruco, Manuela Carrasco, Chocolate, Fernanda de Utrera, Juan e Pepe Habichuela.

Partecipa alla Bienal de Arte Flamenco di Sevilla e alla 1ª Muestra de Flamenco Joven, nella quale si esibisce accanto a Camarón de la Isla e a Manolo Sanlúcar.
Lavora dappertutto, collaborando con moltissimi artisti: Carmen Linares, José Mercé, Enrique Morente, Antonio Canales...
Ancora con Camarón de la Isla prende parte al Festival Flamenco di Nimes in Francia.
Presenta un omaggio a Carmen Amaya nel Festival de Música y danza di Granada.
Gli viene attribuita la cattedra di Flamencología di Jerez come miglior bailaor flamenco.
Il Festival Flamenco di Madrid gli conferisce il premio Calle de Alcalá, per i suo contributo allo sviluppo del Flamenco a Madrid.
Il suo spettacolo "Raíces gitanas" fa il giro d’Europa.
Nel 2000 presenta "Puro y jondo" accanto a Manolete alla Bienal de Flamenco di Sevilla.

Nel 2001 e 2002 partecipa a ogni sorta di galà e di festival con lo spettacolo "A puerta abierta".

Si tratta di un artista Flamenco integrale: Maestro, coreografo, interprete.
Armonioso, elegante, sobrio e plastico il suo baile jondo, ortodosso, ha influenzato generazioni di bailores. In particolare, il suo baile por soleá ha fatto scuola e verrà ricordato nella storia del Flamenco.
Compare anche in alcuni film.

 

Questo sito è un portale culturale, offerto e gestito dalla scuola Il Mosaico danza asd di Milano

 

Se vuoi, visita il sito: www.ilmosaicodanza.it